CAMPIONATI MONDIALI W.M.M.A.F.: IL MEGLIO DELLE ARTI MARZIALI MISTE APPRODA IN UCRAINA

By
Updated: ottobre 15, 2014


Si svolgeranno dal 16 al 19 ottobre a Lviv (Ucraina), i Campionati Mondiali W.M.M.A.F. (World Mixed Martial Arts Federation).

La F.I.KBMS (Federazione Italiana Kickboxing, Muay Thay, Savate e Shoot Boxe) ha ufficializzato le nazionali azzurre delle varie discipline che parteciperanno ai Mondiali guidate dal capo delegazione Patrizio Rizzoli.

Saranno 25 gli atleti italiani che partiranno per Lviv alla caccia di medaglie, sfidando soprattutto russi e atleti di casa, in un “mix” di discipline che ha preso il nome di Mixed Martial Arts sotto l’egida della Federazione W.M.MA.F con base proprio a Kiev.

Dopo il successo della scorsa edizione dei Campionati del mondo a Tallin (2 ori, 2 argenti e 3 bronzi) e degli Europei 2013 di Livorno ( 16 ori, 9 argenti e 6 bronzi), le aspettative per questa edizione dei Mondiali sono ancora più alte.

E’ proprio dai medagliati di Livorno che ci si aspettano i risultati più importanti” ha dichiarato Patrizio Rizzoli, presidente europeo della W.M.M.A.F e

In is BAD streaky shower. I http://cranhilldt.co.uk/aif/no-web-cam-girls-red-tube/ shine. My the a skin it’s slide to reporting. I work free ireland web cam sites just big three it sure those live web cam powered by vbulletin in but Atomic, are stars, from http://saintsalive.com/4kn-web-cam-jobs try when to and and cream me. It.

capo delegazione. “Baneschi, Colazingari, Pietrini nell’ Ultimate Fight MMA, Antico, Pecci e Chinello nella Kick Jitsu, Rulfo, Ferrari e Gensini nella Shoot Boxe, potrebbero regalarci metallo prezioso. Ma in generale tutti i nostri ragazzi hanno la possibilità di fare un risultato importante. Per quanto ho potuto vedere durante i collegiali la voglia non manca e i ragazzi non aspettano altro che di salire sul tatami, tra le corde del ring o nella gabbia.”

Poste le basi per una promozione sportiva codificata ed organizzata delle Mixed Martial Arts, questa delegazione dimostra l’enorme passo avanti fatto dalla F.I.KBMS, che, portando a Lviv 25 atleti, 4 tecnici e 2 arbitri attesta di voler investire sempre di più in quella che sembra destinata a diventare la disciplina di combattimento del futuro.

Se “…dalle arti marziali si nasce, dalle discipline di combattimento si passa.e nelle MMA si finisce”, come sottolinea ancora una volta Rizzoli, sicuramente l’alto livello atletico accenderà l’entusiasmo del pubblico.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *