ENERGY FOR SWIM A ROMA

By
Updated: giugno 28, 2017
EnergyForSwim__presentazione

ROMA, 23 giugno 2017. E’ stato presentato oggi, presso la Sala Rossa delle Piscine del Foro Italico, Energy for Swim il grande evento di nuoto che l’8 e 9 agosto prossimi porterà a Roma le nazionali di USA, Australia, Italia e il club Energy Standard Team in quella che promette di essere una vera e propria vetrina dopo i Mondiali che si concluderanno a Budapest sette giorni prima.

A fare gli onori di casa è stato il presidente della Federnuoto Paolo Barelli che ha dichiarato: “La Federazione ha subito accolto con entusiasmo l’idea di portare altri due giorni di grande nuoto a Roma dopo il Sette Colli, per uno spettacolo nello spettacolo con gare e intrattenimento promossi nell’ambito di una charity legata al mondo dei bambini. Mi auguro che già dal prossimo anno l’Energy for Swim possa essere organizzato insieme agli Internazionali di Nuoto”.

Andrea di Nino, organizzatore dell’evento, ha parlato della parte più tecnica: “Ringrazio innanzitutto il Presidente Barelli di aver appoggiato subito l’idea. Stiamo lavorando molto per portare i migliori nuotatori al mondo che arricchiranno il programma con sfide che non ci saranno a Budapest. Per fare due esempi: nei 200 SL la sfida tra Pellegrini e Sjöström la rivincita dopo Rio 2016, il ritorno internazionale di Ryan Lochte impegnato subito nel dorso contro i più forti dorsisti al mondo, Ryan Murphy, Mitchell Larkin Evgeneny Rylov e Kliment Kolesnikov. Ma la sorpresa più grande sarà nei 100 stile libero che porteranno in vasca il campione olimpico di Londra, Nathan Adrian, contro …. Lo sveleremo più avanti.  Inoltre siamo orgogliosi di essere la prima manifestazione internazionale doping free, che accetta solo atleti che non sono mai stati sospesi. Questo perché vogliamo dare un segnale forte per uno sport pulito.”

 Oltre al sostegno della Federnuoto e al patrocinio di Roma Capitale, Energy for Swim è stato possibile anche grazie al supporto di Arena, il cui chief sales officer Luca Belogi, ha affermato: “Siamo orgogliosi ed entusiasti di affiancare il nostro brand ad un nuovo format. Arena, da sempre protagonista nelle competizioni internazionali più importanti, vuole supportare tutte quelle iniziative che portano attenzione verso questa disciplina. Nel caso specifico ci piace sottolineare anche la nostra condivisione per i valori di solidarietà che sono alla base di questo evento.”

 In chiusura l’intervento di Konstantin Grigorishin, Presidente di Energy Standard  Swim Club, che, nel ringraziare ufficialmente il Presidente Barelli, ha affermato: “Roma è una città fantastica. Quale migliore cornice per ospitare un evento spettacolare come Energy for Swim. Un progetto che unisce lo sport al mondo delle charities. E proprio per la mission a cui sono legati i Team in questo format, abbiamo voluto trasformare per la prima volta il nuoto – notoriamente riconosciuto come uno sport individuale – in uno sport di squadra.”

Presenti in sala anche i due campioni Gregorio Paltrinieri (Italian team) e Mikhailo Romanchuk (ES Team) che hanno dato vita ad un simpatico siparietto dandosi appuntamento all’8 e 9 agosto.

Un evento, dunque, degno di una produzione televisiva a livello dei più grandi appuntamenti internazionali come Mondiali e Olimpiadi, che avrà una copertura TV in oltre 75 paesi del mondo.

Tra le varie attività di promozione all’evento ci sarà un momento interamente dedicato alle charities protagoniste di Energy for Swim che vedrà, nello splendido scenario della Reggia di Caserta, atleti e imprenditori uniti per uno scopo benefico, durante un Gala Dinner che si annuncia davvero unico (per prenotazioni: www.energyforswim.com).

Da oggi, inoltre, apre la prevendita dei biglietti esclusivamente sul circuito ticketone.it (biglietti dai 10 ai 20 euro, abbonamento per i due giorni 25 euro).

Energy for Swim non sarà solo grande nuoto: a far da contorno alle gare anche grande spettacolo, con artisti internazionali accomunati ai campioni da un’unica mission: la raccolta di fondi per progetti di charity legati al mondo dell’infanzia.

CREDITS FOTO: G. Scala/Deepbluemedia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *